Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Alufiero » Case study

Case Study

Si scrive "Alpolic®/fr", ma si pronuncia "Qualità e innovazione nel mondo del composito”

Il progetto che illustriamo riguarda un'applicazione residenziale. Un moderno ed elegante fabbricato interamente rivestito in pannello Alpolic/fr, materiale composito in alluminio (ACM) prodotto dalla Mitsubishi Chemical Inc.
Oltre alle qualità superiori allo standard di questa tipologia di composito, l'innovazione è costituita dalla tecnica di posa in lastra piana e non a "cassetta".

 

tecnica di posa in lastra piana 

Seppure adottata prevalentemente in tutto il mondo, la tecnica di posa in lastra piana è quasi sconosciuta in Italia come realizzazione.

Di fatto però questa tecnica offre alcuni vantaggi oggettivi che dovrebbero spingere i professionisti del settore ad utilizzarla maggiormente, quali:

 

Estetica
La pulizia delle linee architettoniche é indiscutibilmente più elevata, le fughe, perfette, non fanno intravedere la sottostruttura.
 

Risparmio
Notevole diminuzione degli sfridi, eliminazione di costi di lavorazione per l'assenza di pieghe laterali, indispensabili invece nella tecnica "a cassetta", una sottostruttura meno complessa e un montaggio più pratico quindi più veloce.
 

Maggiore lavorabilità
I pannelli possono essere lavorati più facilmente anche in cantiere, qualora occorra tagliarli o fresarli in corso d'opera.
 

Minore manutenzione nel tempo
I pannelli della serie Alpolic®/fr sono prodotti con uno speciale trattamento fotocatalitico superficiale (Less Stain Finish). Questo sfrutta la pioggia come strumento di autopulizia aumentando sensibilmente i tempi di ripulitura delle facciate.

 

 

rivestimento residenziale

 

L'edificio preso in esame é ubicato a 100 metri da un impianto di risalita in una stazione sciistica delle Alpi e realizzato completamente in cemento armato.

 

Questo fa pensare immediatamente a due possibili problemi:

1. dilatazione termica

2. ossidazione dei tagli a vista nel pannello

 

Per quanto riguarda il punto 1, siamo in presenza di un materiale che ha un coefficiente di dilatazione termica di 24 x 10-6/°C, mentre la peculiare stratigrafia del pannello Alpolic®/fr prevede un "film" di vernice antiruggine tra il nucleo minerale non combustibile (Fire Retardant) e la lamina di alluminio. Questo aspetto consente l'esposizione anche in ambienti ricchi di umidità e salinità.

Con queste caratteristiche Alpolic®/fr si può considerare leader mondiale dei pannelli compositi per qualità. La quantità di metri quadri posati di Alpolic®/fr in tutto il mondo è la testimonianza questa affermazione.


 

 

 


www.bau-muenchen.com

Saremo presenti alla
fiera BAU 2017

 

Importante! Resistenza al fuoco.

Da leggere…
Normativa antincendio per rivestimenti.
I nostri pannelli Alpolic® sono omologati…
Quando la qualità paga in termini di sicurezza.

  leggi tutto  »

 




www.totempubblicitari.eu
www.alutotem.it

Totem pubblicitari esterni bifacciali.

 

www.ecoticm.it

Pannelli in titanio ossidato fotocatalitici.

 


www.aluarredo.com

Pannelli compositi per l’architettura, il design, componenti di arredo…

 
NOTE LEGALI MediaticaWeb

Realizzazione siti internet

Alufiero S.r.l. S.U.
Via B. Disraeli 2/5 - 42124 Reggio Emilia
tel:+39 0522 1845234 - fax:+39 0522 1483617
E-mail:info@alufiero.it - P.IVA IT02947371205